stefano-feniello

Non nasconde la rabbia il padre di Stefano, ancora disperso: «mio figlio mi aveva detto che erano in attesa per tornare a casa. Poi, verso le 3.00 ha detto che forse non potevano rientrare perché i pezzi di merda che dovevano pulire la strada non si sono degnati di venire»











calcio

«Dall’inizio della partita siamo stati bersaglio di offese e insulti. Alla fine purtroppo un genitore esasperato deve aver perso le staffe. Una situazione incredibile, neanche fosse una finale di Coppa del mondo, con tanto di ragazzi che alla fine della partita sono rimasti chiusi dentro gli spogliatoi perché era troppo pericoloso uscire, troppo tensioni»















Facebook