Vicenza, Magazzini Generali: fallita società

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Un epilogo a suo modo imprevedibile. Il concordato preventivo dei Magazzini Generali spa (MG) non passa, nonostante l’iniziale parere favorevole della maggioranza dei creditori (52%): il tribunale ha dichiarato il fallimento della società gravata da 8,8 milioni di euro di debiti, ma anche con un attivo stimato in 5,5 milioni, e partecipata pariteticamente da Comune, Provincia, Camera di Commercio e Banca Popolare di Vicenza. Il collegio presieduto da Giuseppe Limitone ha nominato giudice delegato Giulio Borrella e curatore il commercialista Marco Grassetto.

La vicenda è molto complessa: la società di diritto privato a partecipazione pubblica aveva cessato di operare ancora nel 2010, limitandosi a gestire alcuni contratti di affitto su aree di proprietà. In quell’anno, l’amministratore Diego Xausa, dopo avere verificato un presunto ammanco di oltre 400 mila euro a causa del comportamento infedele dell’ex direttore generale Silvano Saggioro, aveva presentato una denuncia per truffa e appropriazione indebita e falso in bilancio. Il principale creditore di MG è la Popolare di Vicenza, che è anche socia, con 5 milioni di euro, il secondo è Unicredit con 1 milione, ma è un credito non privilegiato e in assemblea ha detto di no al concordato.

Tags: ,

Leggi anche questo