rapina-mano-armata-2

Rapinato in strada, denuncia tutto alla polizia: un ventenne di Susegana si è rivolto alle forze dell’ordine, descrivendo con precisione il rapinatore che gli avrebbe sottratto il portafoglio. Con troppa precisione, a dire il vero: il resoconto ricco di dettagli ha subito insospettito gli inquirenti, che hanno infine smascherato il giovane. Si era invetato tutto, come si legge a pagina 39 del La Tribuna di oggi, il ragazzo che nel pomeriggio si è presentato al commissariato di Conegliano dicendo di essere stato aggredito per strada da uno straniero.

Il quale, stando al racconto del giovane, gli avrebbe rubato il portafoglio per poi scappare. L’errore del ragazzo è stato quello di fornire agli inquirenti il luogo e l’orario in cui sarebbe avvenuta la rapina: è bastata una verifica dei filmati di un impianto di videosorveglianza per smascherare la bugia del giovane. «Il portafoglio l’ho perso – ha ammesso alla fine il giovane – i miei familiari mi dicono sempre che sono sbadato e così non sapevo come giustificarmi, e allora mi sono inventato tutto». Il ragazzo è ora indagato per simulazione di reato.