Love Letter

Riempiva il supermercato di lettere d’amore, spruzzate di profumo e riempite di petali di rosa, un vicentino di 35 anni convinto che lì lavorasse la sua amata. Secondo quanto scrive Paolo Mutterle a pagina 22 del Giornale di Vicenza di oggi, l’uomo però si sbagliava: la “Marisa” di cui era innamorato aveva in realtà un altro impiego.

Nel supermercato lavorava invece una donna con lo stesso nome che, infastidita dalle attenzioni da parte di uno sconosciuto, ha denunciato l’innamorato per molestie. Le lettere, infatti, erano diventate quasi un centinaio e la donna temeva di essere diventata bersaglio di uno stalker. L’intervento della polizia ha chiarito subito il qui pro quo e il 35enne se l’è cavata senza conseguenze.

(Ph. da unadonna.it)