Donna aggredita a Bagnoli, fermato nigeriano

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Un migrante di nazionalità nigeriana è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria dai carabinieri di Padova per l’aggressione a scopo sessuale, avvenuta tre giorni fa, a una donna che stava facendo jogging. L’immigrato, ospite del centro di accoglienza per richiedenti asilo di Bagnoli di Sopra, è accusato di aggressione e tentata violenza sessuale.

La donna è stata aggredita intorno alle ore 20 di venerdì scorso, proprio nei pressi del centro di Bagnoli da un uomo dal quale è poi riuscita a divincolarsi e a fuggire, chiedendo aiuto ad una passante. Il nigeriano è stato ammanettato nel centro di accoglienza.

+++AGGIORNAMENTO+++

E’ sospettato di aver tentato un’altra aggressione a sfondo sessuale il nigeriano sottoposto a fermo di polizia giudiziaria dai carabinieri di Padova per la violenza sulla donna che stava facendo jogging nei pressi del centro di accoglienza per richiedenti asilo di Bagnoli (Padova). Ed è stato proprio svolgendo indagini sul primo episodio, avvenuto sempre nei pressi del centro di Bagnoli il 16 febbraio scorso ai danni di una giovane di 21 anni che i militari dell’Arma sono arrivato all’indagato. Il nigeriano, 26 anni, era arrivato al centro padovano lo scorso luglio. Non aveva precedenti penali. Nel primo caso il pm che ha coordinato le indagini è Daniela Randolo, nel secondo Giorgio Falcone. Quando è stato ammanettato l’immigrato, ha detto un investigatore, «è apparso apparentemente tranquillo».

Tags: , ,

Leggi anche questo