Ragazzi e smartphone, cresce moda selfie pericolosi

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

«Lasciati soli con il cellulare i ragazzi in età critica diventano preda di gruppi sui social media e, per ricercare popolarità e visibilità, mettono a repentaglio la propria incolumità e quella altrui». Così in un articolo di Monica Sommacampagna su l’Arena a pagina 11, la psicologa Giuliana Guadagnini del Punto Ascolto Uat VII, commenta la moda in rapida diffusione tra adolescenti dei selfie pericolosi. Fotografie scattate con il cellulare presso i binari col treno in passaggio o alla guida dell’auto ma anche scatti che immortalano sfide a chi beve più alcolici (neck nomination) o a chi resiste di più al soffocamento (choking games). In aumento anche il fenomeno del sexting e dei ricatti sessuali in rete. «La coscienza individuale si spegne davanti alla coscienza di gruppo – riassume Giuliana Guadagnini – Non si riflette sulle conseguenze delle proprie azioni, per questo stiamo facendo formazione a tappeto a ragazzi e genitori su rischi e danni legati al cyberbullismo».

«L’educazione nelle scuole a un uso corretto del cellulare e al rispetto rappresentano la prima risorsa su cui investire a scopo preventivo, coinvolgendo la famiglia», spiega Tiziano Albrigi, dirigente scolastico del Fracastoro. «Non dobbiamo demonizzare l’uso del cellulare ma insegnarne l’uso corretto», dice Mariangela Persona, dirigente scolastico dell’IC 6 Chievo-Bassona.

Tags: ,

Leggi anche questo