«Alle Maldive tra gli squali, altro che i gamberetti vicentini»

Conte è finora l’unico che si è candidato nel centrodestra per le comunali di Vicenza del 2018. Per ora giustamente si gode una vacanza, prima della pugna

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

L’imperatore Adriano si costruì una villa a Tivoli. Garibaldi si ritirava a Caprera. Il generale De Gaulle a Colombey-les-Deux-Églises. Giorgio Conte, buttata sul tavolo la sua candidatura a sindaco di Vicenza per il centrodestra, si è ritirato alle Maldive. Pentito? No, più agguerrito che mai. Un ritiro di preparazione, non di abbandono. Anzi, l’occhio suo vigile è sempre attento a quello che accade in città. E sul suo blog posta una foto tipo Miami Vice, occhiali scuri, abbronzatura da Briatore, e ci comunica testualmente: «Sono alle Maldive, in barca M/Y Sachika tra isole e atolli, tre immersioni al giorno tra barracuda, squali e tonni giganti… Non vorrete mica che mi scomponga per qualche gamberetto velenoso in salsa vicentina, vero?».

Certo che no, Giorgio. Anzi, è proprio di uno come te che la città ha bisogno. Se tutto va a rotoli, se Vicenza, ottime e lucrose mostre di Goldin a parte, non ha quagliato nulla in tutti questi anni, se le piccole imprese azioniste della BpVi si ritrovano con un bilancio che fa acqua da tutte le parti, se il lavoro langue, se i giovani scappano e i vecchi mugugnano, uno pensa al futuro sindaco in spiaggia alle Maldive e si rasserena. Ti torna la gioia di vivere. Vai Giorgio, divertiti, almeno tu. Ma torna, per favore. Molti vicentini sono desiderosi di votarti alle primarie del centrodestra: non vorrai mica che ci ritroviamo con i gamberetti velenosi. Al limite, meglio un tonno gigante…

Tags: , ,

Leggi anche questo

  • Paolo Maria Ciriani

    …più che una “pugna” mi pare una pugnetta !!!