trapianto-pene

Un trapianto che può ridare speranza a molti pazienti, quello avvenuto all’ospedale di Treviso Ca’ Foncello recentemente. Una delle difficoltà maggiori da superare nei trapianti di rene, oltre a trovare un donatore, è quella di trovarne uno con un gruppo sanguigno compatibile. Questo ostacolo è stato superato, come racconta Trevisotoday, grazie a delle nuove tecniche all’avanguardia che hanno permesso ad un paziente di tornare a casa in salute dopo un mese di riabilitazione. I protagonisti di questo primo trapianto di rene “Abo-incompatibile” sono un 50enne in dialisi da alcuni anni e la moglie con gruppi sanguigni diversi. Questo nuovo traguardo consentirà di ampliare le possibilità di ricevere donazioni e di poter offrire al paziente una vita migliore.