simionato 1b

L’Agenzia delle Entrate, ha diffuso i dati sulla ripartizione del 5 per mille riferiti all’anno fiscale 2015: a livello regionale, l’Istituto Oncologico Veneto è risultato il soggetto con maggiori contribuzioni da parte dei cittadini, incassando 1.542.448,21 euro. Le scelte espresse nella dichiarazione dei redditi, evidenziano una crescita costante delle preferenze passando dalle 29.484 quote attribuite dai cittadini nel 2014 alle attuali 31.924. «Il costante incremento di preferenze per il nostro Istituto rappresenta un grande atto di stima e di fiducia nei confronti dell’operato dei nostri professionisti – spiega lanota della dottoressa Patrizia Simionato, Direttore Generale dello IOV-IRCCS,  -. Il ricavato del 5 per mille costituisce, infatti, il 25% dell’investimento annuale in ricerca e dimostra come, con un piccolo gesto, ognuno di noi possa favorire lo sviluppo della ricerca oncologica».

«Lo IOV-IRCCS utilizzerà tale introito per proseguire nello studio approfondito delle alterazioni genetiche dei tumori, traducendo così, le scelte dei contribuenti in un diretto beneficio per gli assistiti, ovvero in cure sempre più efficaci e mirate e personalizzate. Saranno proseguiti i diversi progetti sulla genomica del tumore del polmone, colon, mammella, ovaio, rene, cervello, del melanoma e dei tumori endocrini, grazie ai quali ci si pone sempre più l’obiettivo di fornire, al momento della prima visita oncologica, ad ogni paziente, la carta d’identità molecolare del tumore. Nell’impossibilità di farlo personalmente – conclude Simionato – desidero ringraziare tutti coloro che, a vario titolo, sostengono lo IOV, nonché tutti coloro che hanno destinato e destineranno, in occasione della prossima dichiarazione dei redditi, il 5 per mille all’Istituto Oncologico Veneto».