profughi

Secondo i dati forniti da Frontex, l’agenzia europea della guardia costiera e di frontiera, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso ci sono stati il 30% di sbarchi in più. La decisione quindi era inevitabile: il Viminale ha ricominciato la distribuzione tra le regioni dei richiedenti asilo. In Veneto ne arriveranno 261 così suddivisi: 50 per Verona, Padova e Venezia, 46 per Vicenza, 45 per Treviso, 10 per Belluno e Rovigo. Come spiega il Corriere del Veneto, questi migranti vanno ad aggiungersi ai 13.146 già presenti, che fanno della nostra regione la quinta in Italia per accoglienza, dopo Lombardia, Campania, Lazio e Piemonte. Il ministero dell’Interno ha comunicato alle prefetture di Padova e Venezia che nessun rifugiato dovrà essere inviato ai centri di Bagnoli e Conetta.