LAPRESSE_kosovari jihad

I tre presunti jihadisti kosovari che progettavano un attentato a Rialto restano in carcere. Come riporta  Rubina Bon su La Nuova Venezia a pagina 9, lo ha deciso ieri il Tribunale del Riesame, respingendo le istanze presentate dalle difese di Arjan Babaj, 28 anni, Fisnik Bekaj, 25 anni, e Dake Haziraj, 26 anni.  Le motivazioni della decisione arriveranno nelle prossime settimane. Non ha invece presentato istanza di Riesame il minorenne che si trova in carcere a Treviso.

«Dopo il gip, anche il Tribunale del Riesame ha confermato che la minaccia del terrorismo esiste ed è assai grave e seria. Fronteggiare il terrorismo internazionale deve essere l’impegno prioritario di magistratura, forze di polizia, intelligence e anche della politica per garantire il massimo livello di sicurezza dei cittadini», ha dichiarato il procuratore antiterrorismo Adelchi d’Ippolito. «Bisogna mantenere altissima la guardia: tutti dobbiamo convincerci che è necessario continuare a vivere normalmente e se possibile tranquillamente. Dobbiamo respingere la barbarie dei terroristi con le nostre leggi e con la nostra civiltà».

(Ph. LaPresse)