BpVi e Vb, Bce: «un altro miliardo, ma da privati»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

La Commissione europea alza il conto sul salvataggio delle due ex banche popolari venete. Come scrivono Luca Davi e Marco Ferrando sul Sole 24 Ore a pagina, l’Ue ha chiesto un miliardo in più per concedere il via libera allo Stato. Tale somma dovrà essere inoltre reperita tramite il ricorso ai privati. Cambia così lo schema dell’operazione di salvataggio di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca: il totale di 6,4 miliardi dovrebbe rimanere lo stesso, ma il contributo a carico dei privati, (attualmente pari ai 940 milioni da Atlante più i 700 milioni dalla conversione dei bond subordinati) sale di un altro miliardo; al contempo. Si ridurrebbe invece da 4,7 a 3,7 miliardi il contributo da parte dello Stato.

La richiesta Ue sembra essere collegata al problema della svalutazione dei crediti deteriorati che sono ancora su un livello troppo alto rispetto ai criteri europei e alla potenza di fuoco dei due istituti veneti più Atlante. L’aumento del capitale richiesto risulta essere infine un compromesso tra le richieste più alte della Dg Comp (pari a 1,3 miliardi) e la controproposta italiana, pari a 7-800.

Tags: , , , ,

Leggi anche questo