“Violini Straordinari” aiuta Advar e Casa dei Gelsi

La presidente Mancini: «il nostro obiettivo è di sostenere la dignità, nel vivere come nel morire. La vita non smette mai di essere vita, anche quando si avvicina alla fine del suo corso»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Martedì 23 maggio 2017 al Teatro Comunale Mario del Monaco di Treviso andrà in scena “Violini Straordinari”, concerto di musica classica durante il quale si esibiranno musicisti di fama internazionale come il Maestro di violino Matteo Fedeli, conosciuto come “l’uomo degli Stradivari”, ed il pianista Carlo Balzaretti, personalità musicale poliedrica di grande successo. I due daranno voce al prezioso violino Guarneri 1694. Il concerto avrà uno scopo benefico e i proventi raccolti saranno donati all’associazione Advar (Associazione Domiciliare Gratuita Alberto Rizzotti). Spiega la presidentessa Anna Mancini: «Advar nasce nel 1988 dall’esperienza di malattia e morte di mio marito. E’ un’associazione apartitica e aconfessionale che opera nei comuni dell’Ulss 2 compreso il territorio opitergino mottense».

Quali sono le attività in cui è impegnata l’associazione?
L’associazione che presiedo ha come obiettivo sostenere la dignità, nel vivere come nel morire. La vita non smette mai di essere vita e, quando questa si avvicina alla fine del suo corso, deve essere ancora più rispettata sostenuta ed amata. Per Advar è fondamentale prendersi cura del malato nel suo saluto alla vita dandogli tutta l’assistenza necessaria per alleviare la sofferenza, accompagnandolo con profondo rispetto, ascolto ed amore. I servizi assistenziali vengono proposti a domicilio e presso l’Hospice Casa dei Gelsi di Treviso, una struttura che continua crescere, sono gli ammalati che ce lo chiedono.

Come mai avete deciso di partecipare a Violini Straordinari?
Perché, da sempre, tra gli strumenti che l’associazione usa per la divulgazione e la sensibilizzazione sulle cure palliative ci sono attività formative e culturali, serate di poesia e concerti. La musica accompagna molti dei nostri momenti, compreso il giovedi in salotto, tutti i giovedi alla Casa dei Gelsi due ore di musica dedicata ai nostri ospiti. La cura con cui è stato preparato questo evento, Violini Straordinari, è talmente importante da essere orgogliosi e fieri di potervi partecipare.

I soldi raccolti come verranno impiegati?
Verranno impiegati, d’accordo con gli organizzatori, per “adottare” uno degli studi medici della nuova ala attualmente in costruzione. L’ampliamento dell’Hospice Casa dei Gelsi è ormai quasi un realtà e quindi molti spazi sono adottabili nominalmente. Tutte le nostre attività sono gratuite in forza di una convenzione con l’azienda Sanitaria Locale che copre parte di costi, sia per l’assistenza domiciliare che per l’Hospice Casa dei Gelsi. Il resto dei costi viene sostenuto direttamente da noi. Questo ci dà la consapevolezza di quanto fondamentale sia la raccolta fondi per l’associazione, che deve provvedere sia al mantenimento delle attività, sia al reperimento dei fondi per terminare l’ampliamento della Casa dei Gelsi.

Se qualcuno fosse interessato ad aiutarvi, come può fare?
Il nostro sogno è di rendere gli spazi della Casa dei Gelsi fruibili a più persone e con servizi sempre migliori e questo sta diventando possibile grazie alle donazioni di privati ed aziende. Potete continuare a sostenerci attraverso le due campagne attualmente online: contribuisci alla cura del parco della Casa dei Gelsi, che aiuterà il mantenimento dei quasi 8500 mq del nuovo parco con una targa nominale, oppure adottando gli spazi ancora disponibili. Ma il sostegno all’associazione può essere fatto anche con piccole donazioni, o con il proprio tempo, come volontario, o con il 5×1000 dedicato all’associazione. Tutte le nostre attività sono sempre comunicate sul sito advar.it e sui social dell’associazione.

Tags: ,

Leggi anche questo