Ceta, Zaia: «governo e Ue distruggono 350 prodotti veneti»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, commenta in una nota odierna il ddl sul CETA, l’accordo di libero scambio tra Ue e Canada. «E’ bene aver chiaro cosa significa: per poche decine di prodotti italiani, che potrebbero avvantaggiarsene, vengono messe a repentaglio le tutele di 4500 prodotti tipici nazionali e 350 veneti. Ci guadagneranno cioè solo le multinazionali che avranno via libera a invadere l’Italia coi loro prodotti. E sappiamo bene che, dietro lo schermo di queste grandi società sovranazionali, si nascondono spesso gli OGM, quindi tutto quello che è contro l’identità produttiva».

«Insomma – continua Zaia -, si getta a mare un giacimento identitario unico al mondo, figlio di una biodiversità altrettanto unica, con la complicità di una UE che invece di difendere l’unica multinazionale degna di questo nome, quella dei contadini veri e professionali, tutela le multinazionali della finanza per cui la terra è solo un salvadanaio da svuotare, impoverire e ridurre alla miseria. Lasciamo dunque campo libero a chi della genuinità, di quello che mangiamo e della salute se ne frega. E’ questo che il governo desidera per noi e i nostri figli?», conclude il presidente.

Ph: cittanuova.it

Tags: ,

Leggi anche questo