«L’ateo Cunegato non può insegnare il cristianesimo»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Pubblichiamo una nota del gruppo dei fedeli di Vicenza e della Val d’Alpone favorevoli alla messa tridentina in risposta all’articolo a firma di Carlo Cunegato pubblicato su Vvox.

Il consigliere di minoranza Cunegato dell’amministrazione comunale di Schio, il quale recentemente “ha sposato” le ormai famose Paola e Giovanna, si è espresso in un articolo contro i farisei che condannerebbero le nozze tra le due donne. Ora ci teniamo a precisare che noi siamo cattolici e peccatori, come tutti; nessuno si ritiene migliore degli altri. I farisei veri si considerano senza peccato perché rispettano certi precetti solo materialmente ma senza vero spirito cristiano e magari non ammettendo le proprie manchevolezze.

E’ ben diverso questo dalla carità cristiana che un cattolico deve avere per la salvezza delle anime. Dire a queste due ragazze che la loro relazione (ora doppiamente scandalosa perché pubblica) le porterà alla dannazione se non si redimono non è da farisei: è un dovere sacrosanto. Poi sta a loro la scelta. Rischiano l’eternità in questo modo e se la perdono avranno perso tutto per sempre. Si possono ancora salvare se se si risolvono a cambiar vita e rigettano in toto questa unione.

Farisei sono coloro che guardano nella pagliuzza nell’occhio del fratello senza vedere la trave che è nel loro e non salvano il fratello che sta per cadere in un burrone senza avvisarlo. E magari si credono senza peccato. Gesù stesso alla fine del noto episodio (citato da Cunegato) esortò l’adultera ad andare e non peccare più: perché effettivamente essa aveva peccato. Chi la voleva lapidare riteneva, da ipocrita, di non avere macchie sulla coscienza e si sentiva superiore.

Tutti possiamo cadere; è presunzione delirante ritenersi ad un livello tale di perfezione da non essere soggetti alla tentazione. Però la Verità va proclamata, anche sui tetti, sempre e incessantemente, ad ogni costo. Siamo restati noi, come altri, costernati dal fatto che un sacerdote cattolico non abbia avuto presente questi fondamentali rudimenti della nostra Fede.

Ora apprendiamo anche che don Gobbo ha tenuto una breve predica sull’adultera del Vangelo. A questo punto lo imploriamo di fare “coming out” e ammettere di essere favorevole al matrimonio omosessuale. Ma sappia che non sarà più cattolico, si metterà da solo fuori dalla Chiesa.

Cosa farà Monsignor Beniamino Pizziol alla luce di questa nuova notizia? Dopo don Matteo Pasinato , il libro sull’amore omosessuale in Vescovado, la non accettazione da parte dei suoi preti della messa more antiquo dovrebbe prendere dei provvedimenti e ripensare profondamente l’assetto dottrinale della Diocesi. Per quanto riguarda Bultmann , egli era un protestante e Nietzsche (nella foto, un’immagine del filosofo tedesco) ferocemente anticristiano e un senza Dio. Non arrampichiamoci sugli specchi per giustificare i nostri peccati.

Fedeli di Vicenza e della Val d’Alpone favorevoli alla messa tridentina

Ph: taringa.net

Tags: , ,

Leggi anche questo

  • pachiara

    Non sapevo che il Cunegato che ha scritto fosse lo stesso che ha fatto il furbo con il Comune per riuscire a fare il colpo di mano, lui che essendo di minoranza ha forzato le cose per fare tutta questa carnevalata, come ha dichiarato il Sindaco di Schio. E questo vero ipocrita ha il coraggio di accusare gli altri di essere ipocriti. Sarebbe da prendere a sberle per giorni interi, con mani maschili e femminili a turno! Robe da matti, la spudoratezza di questa persona!