Marco Polo System: «accanimento di Brugnaro e Zuin, ci lascino lavorare»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

L’amministratore di Marco Polo System, Pietrangelo Pettenò (in foto), con una lettera aperta fa appello al sindaco Luigi Brugnaro e all’assessore Michele Zuin, dopo che il tribunale ha deciso definitivamente che il GEIE (Gruppo europeo di Interesse Economico) veneziano sarà in forze fino al 2020.

«La tesi sostenuta dal socio Comune di Venezia si basava sulla convinzione che la scadenza di Marco Polo System fosse il 21 giugno 2015, in conseguenza alla decisione, unilaterale, del Comune di Venezia di uscire dalla società per liquidarla – spiega Petternò -. Il Tribunale di Venezia ha dato ragione al socio greco KEDE (Unione dei Comuni della Grecia), risultando così Marco Polo System come tacitamente rinnovata fino al 21/6/2020».

Il Comune di Venezia ha quindi perso la battaglia legale iniziata due anni ed è stato condannato a pagare le spese sia al socio che allo stesso GEIE. «Mi domando il perché di tanta ostinazione, che comporta anche una continua, e inutile, spesa di denaro pubblico – continua Pettenò -. C’è qualche ragione politica o persecutoria nei confronti di chi sta amministrando da tanti anni, con successo, una realtà di portata europea, che continua a riscuotere consensi a tanti livelli, nazionali ed internazionali?»

«L’Assessore Zuin, che sembra piuttosto impegnato in una battaglia personale contro l’amministratore di Marco Polo System, se ha qualche altro motivo lo renda noto pubblicamente. I risultati di Marco Polo System sono evidenti: dai molti progetti europei per la valorizzazione del sistema fortificato veneziano, alla promozione del patrimonio storico culturale veneziano nel Mediterraneo, alla scoperta e rilancio di un luogo straordinario come Forte Marghera, un patrimonio culturale rimasto sconosciuto ed abbandonato fino a quando Marco Polo System non è riuscita a farlo diventare il luogo più frequentato della terraferma veneziana. Quasi 3 milioni di euro di finanziamenti pubblici sono arrivati a Forte Marghera grazie a Marco Polo System: si vuole cancellare anche questo? E allora si diano indietro i contributi alla Regione del Veneto ed Europa».

«Marco Polo System GEIE continuerà, come sostiene anche il Tribunale di Venezia, fino a fine 2020. Se proprio vuole, il Comune di Venezia esca da socio e acconsenta l’entrata di nuove amministrazioni che hanno già manifestato il loro interesse. Noi vorremmo spendere le risorse per le ricerche, gli studi, i progetti e non per le cause nei tribunali», conclude Pettenò.

 

Tags: ,

Leggi anche questo