Maltempo, litorale veneto devastato: 50 feriti

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Il bilancio della violenta tempesta che si è abbattuta ieri sul litorale veneto è di una cinquantina di feriti, di cui tre in gravi condizioni, trasferiti – riporta il Corriere del Veneto a pagina 2 – negli ospedali di Mestre e Treviso. La conta dei danni, ancora provvisoria, è di milioni di euro, dal Delta del Po alla foce del Piave: alberi abbattuti, case scoperchiate, linee ferroviarie interrotte, pali elettrici divelti e linee telefoniche in tilt, oltre a decine di auto e caravan distrutti. Devastati i campeggi di Cavallino Treporti, gravi danni anche a Jesolo, San Donà, Portogruaro e nel rodigino, a Rosolina, Porto Viro, Taglio di Po ed Albarella (sotto il video di un lettore).

Sull’isola sono proseguite fino a sera le ricerche di un uomo ritenuto disperso, fino a quando, alle 21, è arrivata la comunicazione ufficiale: «dopo accurate verifiche effettuate dai vigili del fuoco di Rovigo per la richiesta di soccorso per un presunto scomparso sul lungo mare di Albarella, l’allarme è da ritenersi rientrato». A Venezia un fulmine è caduto sulla chiesa di San Zulian, dietro alla Basilica di San Marco, provocando una fiammata e un blackout in tutto il sestiere. Il sindaco Luigi Brugnaro chiederà lo stato di calamità, mentre il governatore Luca Zaia ha già firmato lo stato di crisi e stamattina visiterà le zone che hanno subito i maggiori danni.

Ph. Suem Veneto / Emergenza24
Video: Thomas Tedesco

Tags: , , ,

Leggi anche questo