Brugnaro a criminali: «cambiate città prima che vi troviamo»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Il sindaco Luigi Brugnaro, durante la presentazione dei dati dell’attività anti degrado della questura di Venezia, lancia un appello ai criminali del rione Piave a Mestre: «cambiate città. Fatelo ora, perchè prima o poi vi troveremo e vi faremo sloggiare».

Snocciolando i dati viene reso noto che nell’ultimo mese sono state effettuate 15 espulsioni con accompagnamento coatto al centro di permanenza per il rimpatrio (ex Cie), 4 rimpatri in frontiera, 39 intimazioni a lasciare il territorio nazionale in sette giorni. A margine, anche 6 arresti, 7 misure di prevenzione e un chilo e mezzo di sostanze stupefacenti sequestrate tra marijuana, cocaina ed eroina.

«Abbiamo potenziato i servizi dal 9 settembre scorso – aggiunge il questore di Venezia, Danilo Gagliardi – da quando il prefetto Gabrielli ha disposto, come promesso al sindaco, un rinforzo in termini di uomini a disposizione e un canale preferenziale per l’accesso ai centri per il rimpatrio. La nostra strategia è chiara: chi è ritenuto potenzialmente pericoloso e non è in regola con il permesso di soggiorno, viene espulso. E non con un foglio di via, che poi finisce per non essere ottemperato, ma con accompagnamenti coatti».

Tags: ,

Leggi anche questo