Treviso, Permasteelisa cerca migranti da assumere

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

La multinazionale di costruzioni trevigiana Permasteelisa (ora sotto il controllo dei cinesi di Grandland), sta valutando di assumere dei migranti per alcuni suoi futuri progetti. Come scrive Federico de Wolanski su La Tribuna a pagina 21, l’azienda, tramite la collaborazione della Prefettura di Treviso, ha infatti diramato degli annunci alle cooperative che ospitano i profughi. Permasteelisa selezionerà i curriculum di richiedenti asilo o di ex profughi che abbiano ottenuto il riconoscimento di protezione internazionale, che conoscano l’italiano, parlino inglese o francese, abbiano un diploma di laurea o un diploma professionale, che siano idonei al lavoro in cantiere e disponibili a turni di lavoro anche notturni. Sarà poi l’azienda a decidere quanti migranti impiegare e come inquadrarli.

«Se tra i richiedenti asilo c’è personale simile ben venga  – commenta Nicola Atalmi, delegato all’immigrazione di Cgil Treviso -. Do per scontato, che si parli di contratti regolari, ma evidenzio che in questo caso anche molti trevigiani sarebbero interessati a lavorare per la multinazionale. Certo a parità si condizioni e preparazione italiani e migranti sono tutti uguali, ma suppongo che se Permasteelisa sta cercando eventuali candidati tramite prefettura e cooperative che gestiscono i centri sia perché non li ha trovati nelle liste di disoccupazione, negli uffici di lavoro interinale o in altri canali».

Tags: , , ,

Leggi anche questo

  • don Franco di Padova

    Vedremo quanti migranti saranno desiderosi e idonei a sostenere un normale contratto di lavoro, in alternativa ai traffici illeciti o ai gratuiti sostegni.