Vicenza, assemblea Anci: silenzio di Mattarella sull’autonomia

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Ieri in Fiera di Vicenza è avvenuta l’inaugurazione dell’annuale assemblea nazionale dell’Anci, l’associazione dei Comuni italiani. Come scrive Marco Bonet sul Corriere del Veneto a pagina 2, all’appuntamento erano presenti oltre mille sindaci capitanati dal primo cittadino di Vicenza e presidente dell’associazione, Achille Variati, e il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Nel suo intervento durato circa mezz’ora, Mattarella ha toccato molti temi dall’economia («i Comuni sono il volano della crescita») agli investimenti nelle scuole e nella sicurezza delle strade, alla gestione dei migranti.

Ma il presidente della Repubblica, nonostante fosse stato sollecitato ad esprimersi sul tema dell’autonomia da Variati, dal governatore del Veneto Luca Zaia, e dalla sindaca di Mirano e presidente di Anci Veneto Maria Rosa Pavanello, ha preferito affrontare l’argomento in maniera più ampia: «la forza della nostra democrazia sta nella capacità di rispettare la pluralità e di comprendere quando è in gioco il bene comune che richiede un impegno condiviso – ha detto -. Il senso più profondo delle istituzioni sta proprio nella coscienza dell’interesse generale, che mai va smarrita (…) La molteplicità delle nostre realtà comunali non è frammentazione. Se i divari crescessero fino a provocare fratture, l’Italia e ogni sua regione smarrirebbe la propria identità».

Tags: , , ,

Leggi anche questo