A Verona un Rossini cartoon. Ma resta il belcanto

“Il viaggio a Reims” al Filarmonico in un’edizione visivamente sovraccarica (ma con un Held godibilissimo) e musicalmente pregevole

Padova, un contemporaneo di nome Beethoven

Fedele (direttore Biennale Musica) porta alle “Lezioni di suono” dell’orchestra padovana e del Veneto il suo “Syntax 0.3”, omaggio al grande sinfonista

Lupu a Vicenza, carisma che lascia il segno

Il pianista romeno al Comunale per il Quartetto ha suonato in maniera indimenticabile Cajkovskij. Come bis una pagina dell’amatissimo Schubert

Arena, Turandot con protesta

Il pubblico (tutt’altro che da “tutto esaurito”) ha supportato i dipendenti con un lungo applauso

Attila alla Fenice, il Verdi minore funziona

Nonostante una regia cupa e poco incisiva firmata da Abbado, l’opera degli “anni di galera” si fa valere grazie al brillante direttore Frizza e a un canto di notevole livello

Il “mago” (vicentino) Valtinoni conquista Zurigo

Il musicista trionfa in Svizzera con “Il mago di Oz”. Il libretto è di un altro vicentino, il giornalista Madron. Spettacolo di grande impatto: lo si vedrà mai in Italia?

Legnago, un Salieri che preannuncia Mozart

Dopo oltre due secoli sulla scena l’opera buffa “La scuola de’gelosi”. Compagnia di canto molto giovane diretta dal vicentino Rigon

Fenice, l’opera sull’alluvione non va sotto: Aquagranda trionfa

Il dramma racconta il 4 novembre 1966 a Pellestrina. Una dimostrazione di vitalità per la lirica, che rischia di essere affondata dall’imminente riforma del governo Renzi

Orchestra Olimpico, i giovani talenti crescono

Beethoven e Mendelssohn per la prima della stagione OTO. Sul podio Lonquich, violino solista la Widmann. Pubblico entusiasta

Venezia, Battistelli se la ride di Verdi

Al Malibran grande successo per la prima italiana de “Il medico dei pazzi” dalla commedia di Scarpetta. Con ironiche citazioni dalla Traviata e da Otello