La Moretti è bravissima: stia in Europa

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

«Chiariamo un cosa una volta per tutte: io non voglio candidarmi, in Europa ci sono sfide avvincenti da affrontare e temi delicati da approfondire. Sono appena stata eletta e sono già al lavoro su due dossier». Così l’Ale Moretti il 18 settembre scorso: oh là, brava. E’ stata eletta a furor di popolo per Bruxelles? Stia a Bruxelles. O farsi eleggere è solo un’investitura una tantum per accumulare cariche non importa dove e perché, tanto i cittadini ingoiano tutto? Non è così, vero Ale?

E invece, poveretta, sembra proprio che dovrà sacrificarsi per il bene della Patria, ops del partito. E’ lei la favorita per candidarsi alla Regione contro il governatore uscente Luca Zaia nel 2015. Noi ce le segniamo tutte, le sue frasi scolpite nel marmo, aere perennius. Però siccome non vorremmo esserne sommersi, abbiamo deciso che, salvo eccezioni non ignorabili, metteremo la moratoria sulla logorrea sua e di quanti cambiano posizione ogni mese, anzi ogni settimana. Ale, l’Europa ha bisogno di te: così hanno votato 230 mila veneti. Mica vorrai tradirli, nevvero?

Tags: ,

Leggi anche questo