Mose all’85%: «Pronto dal 2017»

Proprio in queste ore l’ultimo cassone di spalla della barriera del Mose viene  posizionato alla bocca di porto di Malamocco. Si completa dunque la fase di istallazione delle 35 strutture su cui saranno poi fissate le paratoie mobili che dovranno difendere la laguna dall’acqua alta. L’opera arriva così all’ 85% del suo completamento.

«Siamo felici – ha detto il direttore del Consorzio Venezia Nuova, Hermes Redi – perché abbiamo vinto la nostra scommessa al centimetro e al secondo. Procedendo così Venezia sarà protetta dalle acque alte a partire da novembre 2017». Restano comunque ancora alcune questioni aperte: i finanziamenti dell’opera: «Mancano ancora 226 milioni per  attività compensative chieste dall’Europa e dai comuni», e i ricorsi che rallentano i contratti per l’assegnazione delle gare per la realizzazione delle paratoie a causa della concessione unica prevista trent’anni fa e oggi non più consentita.

Tags: ,

Leggi anche questo