Panorama: M5S e imprenditori Confapri, conflitto d’interesse

Anche il Movimento 5 Stelle non sarebbe esente da conflitti d’interesse. O almeno, questa è la tesi sostenuta da un’inchiesta di Caris Vanghetti apparsa su Panorama di questa settimana. «Alcune aziende vicine al mondo grillino – sostiene Vanghetti – hanno usufruito del Fondo alimentato anche dai parlamentari del Movimento 5 stelle con una quota del loro stipendio. Insomma, siamo davanti a quello che i censori pentastellati definiscono un bel conflitto d’interessi e non proprio un esempio di trasparenza. Quasi 3 milioni dei soldi versati dai parlamentari al Fondo sono andati ad aziende partecipate da persone che sedevano con Grillo e Casaleggio in Think Tank Group della Confapri, una conferenza permanente di esperti delle attività produttive».

Confapri è un’associazione di imprenditori molto vicina alla Casaleggio Associati, e proprio su questa vicinanza Vanghetti punta il dito. Le aziende in questione sarebbero sei e avrebbero beneficiato di ben 4,9 milioni di euro. Di queste sei, tre sono venete:  si tratta dell’Acquavite spa di Vazzola (Treviso), delle Grafiche Nardin Snc di Cavallino-Treporti (Venezia) e dell’Expo Venice Spa di Venezia.

Tags: ,

Leggi anche questo