74 querele, record Tosi. Pd: coi soldi di Verona

Dopo le notizie dell’archiviazione di due querele intentate da Flavio Tosi contro il giornalista di Report Sigfrido Ranucci e l’inviato ed editorialista del Corriere della Sera, Gian Antonio Stella, il sindaco leghista di Verona promette: «Presto daremo i numeri completi delle cause  e vedremo nel complesso come si sono risolte. Mica tutte sono state archiviate, anzi».

Il Corriere del Veneto intanto ha provato ad anticipare il sindaco fornendo qualche dato delle querele presentate da Flavio Tosi negli ultimi anni.  Sarebbero 74 le querele per diffamazione intentate dal 2007 ad oggi, l’ultima pochi giorni fa ai danni di una testata calabrese. Le spese per queste cause, spesso ad onere dell’avvocatura civica del Comune, ammonterebbero a circa 30mila euro. Michela Bertucco, capogruppo del Pd (e a sua volta destinataria di una querela) spiega le perplessità della minoranza: «Un conto è che il sindaco faccia denunce per tutelare l’immagine del Comune di Verona, ma se invece le fa per tutelare la sua reputazione di uomo politico non può usare gli avvocati dell’amministrazione. Sto pensando anche ad un esposto alla Corte dei Conti».

Tags: ,

Leggi anche questo