Cretini d’oggi: riflessioni all’Olimpico

Da venerdì 24 a domenica 26 ottobre, nell’Odeo del Teatro Olimpico di Vicenza, si terrà il tradizionale appuntamento di riflessioni sul teatro che cambia, a cura dell’Accademia Olimpica con il contributo dell’assessorato alla Cultura del Comune.

Un folto gruppo di relatori rifletterà sul “dilagare del cretinismo” nei mezzi di comunicazione, un atteggiamento sempre più praticato nella nostra società dello spettacolo: dal teatro, che  ha prestato figure archetipiche, a tutti i media, alla  ricerca di quel facile consenso che l´ingenuo suscita da sempre.

Ma in questo uso crescente del “cretinismo” nello spettacolo e in genere nella comunicazione di oggi, chi inganna chi? Cercheranno una risposta i molti relatori che interverranno, in particolare: l’artista e fondatore di “Babilonia Teatri” Enrico Castellani (con la prima nazionale di “Jesus”), il saggista Ilvo Diamanti, Vincenza Di Vita dell’Università di Messina, Giulio Giorello de “la Repubblica” (cretinismo e scienza), Philip Goudard con l’ Université de Montpellier (cretinismo e circo), Marco Martinell, l’attore e regista Mario Perrotta  (il cretino che salva), Oliviero Ponte di Pino (cretinismo e rete), il docente dell’Università Ca´Foscari di Venezia Paolo Puppa (cretinismo e teatro), l’opinionista del Corriere della Sera Gian Antonio Stella (cretinismo e informazione) e Paolo Vidali (cretinismo e filosofia).

Tags: ,

Leggi anche questo