“Torneranno i prati”, la Grande Guerra secondo Olmi

Mancano ormai pochi giorni al 6 novembre quando apparirà nelle sale italiane il nuovo film di Ermanno Olmi: “Torneranno i prati” parlerà, in occasione del centenario della Prima Guerra Mondiale, della vicenda di due ufficiali italiani che fanno prevalere la propria coscienza sugli ordini dei propri superiori.

Le riprese, effettuate sull’altopiano di Asiago, sono durate otto settimane: nelle due trincee fedelmente ricostruite si sono alternati dalle quattro del pomeriggio alle quattro di notte Claudio Santamaria, Alessandro Sperduti e tanti attori reclutati “sul luogo”. Un film per ricordare gli uomini che hanno combattuto la Grande Guerra, non per celebrare il conflitto: «Sui monumenti che ancora oggi ritraggono gli alti comandanti – spiegava tempo fa Olmi – bisognerebbe scrivere sotto criminale di guerra».

 

Tags: ,

Leggi anche questo