«Ucraina, genocidio della minoranza russa»

Domenica 2 novembre, a sei mesi dalla strage di Odessa, il comitato veneto di solidarietà con il Donbass antinazista manifesterà contro la guerra fascista in Ucraina davanti alla stazione di Venezia. Invitiamo tutti gli antifascisti italiani a portare la loro solidarietà. Appuntamento a Venezia Santa Lucia il 2/11 alle 14:00.

Il golpe fascista in Ucraina e il genocidio in atto delle minoranza russofone del Donbass fa parte della stessa strategia di destabilizzazione che abbiamo già visto all’opera in Iraq, in Libia, in Afghanistan, in Palestina. La giunta golpista di Kiev, in cui siedono, per la prima volta in Europa dalla fine della seconda guerra mondiale, quattro ministri che rivendicano orgogliosamente la propria matrice nazista, è la diretta responsabile della strage di Odessa del 2 maggio 2014, in cui sono stati barbaramente assassinati oltre duecento militanti antifascisti.

Lo stesso giorno della strage di Odessa, la giunta fascista al potere a Kiev ha inviato nel Donbass l’esercito e le squadre paramilitari neonaziste di Settore destro per stroncare la resistenza popolare al nazismo con ogni mezzo: stragi, agguati, esecuzioni sommarie e nuovi campi di concentramento. Da sei mesi vengono usati carri armati e lanciamissili per colpire i civili e le loro abitazioni, gli ospedali, gli orfanotrofi e le scuole. Oltre 20 mila cittadini del Donbass sono stati uccisi dalle milizie fasciste negli ultimi sei mesi. La strage di Odessa e gli eccidi nel Donbass non hanno trovato eco sui mezzi d’informazione italiani, aprioristicamente schierati dalla parte dei golpisti e nazisti oggi al potere a Kiev, per compiacere gli appetiti imperialisti degli Stati Uniti e della Ue.

[email protected] (Resistenza, Opposizione, Socialismo, Solidarietà, Antifascismo) – Padova
Comitato veneto di solidarietà con il Donbass antinazista
Associazione Speranza

Tags: ,

Leggi anche questo