Bonifiche “fantasma”, indagini su Altieri

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

La seconda tranche dell’inchiesta sulle bonifiche “fantasma” nella laguna di Marano e Grado colpisce anche in Veneto: sono stati iscritti nel registro degli indagati Giovanni Mazzacurati, ex presidente del Consorzio Venezia Nuova, nonché Alberto Altieri e Guido Zanovello dello studio Altieri spa di Thiene. I capi di accusa, che pendono su altri 23 indagati, sono associazione per delinquere, truffa ai danni dello Stato, tentata corruzione, concussione e abuso d’ufficio legati ai finanziamenti statali assegnati per la gestione delle emergenze ambientali nei siti di interesse nazionale.

L’inchiesta è partita dalla procura di Udine per poi approdare a Roma: il denaro sottratto all’erario sarebbe «molto consistente» e sarebbe finito nelle casse delle società che avevano vinto appalti mai realizzati o considerati inutili. Tra gli indagati anche l’ex direttore del ministero dell’Ambiente, Gianfranco Mascazzini.

Tags: ,

Leggi anche questo