Finte coop, Cgil: servono ad eludere

Sciopero, oggi, dei soci lavoratori della Omega Group del cantiere della TNT di Altavilla Vicentina. Obiettivo: rivendicare il pagamento dell’indennità di malattia e infortunio, l’indennità di disagio e il pagamento del pregresso sulle differenze salariali che la precedente cooperativa Mega Coop, consorziata con lo stesso consorzio Gesco Centro, non aveva versato ai soci lavoratori.

A spiegare i motivi della protesta è la Filt Cgil di Vicenza che ripercorre anche la vicenda dei lavoratori. «L’1 Luglio 2014, presso la TNT di Altavilla Vicentina, alla cooperativa Mega Coop è subentrata la cooperativa Omega Group, facente parte del consorzio Gesco Centro. Nell’ambito del cambio di appalto, gestito dalla Filt Cgil, la cooperativa uscente, insieme alla cooperativa subentrante e al consorzio, pur essendosi impegnata a liquidare le differenze salariali pregresse e ad applicare il contratto del settore merci e della logistica nella parte salariale e normativa, ha disatteso tutto ciò».

«Questo settore, che coinvolge nella nostra provincia migliaia di soci cooperatori, necessita di legalità e rispetto delle regole. Già oggi i lavoratori di queste Cooperative sono sottoposti a condizioni di lavoro precario e insicuro e a retribuzioni da fame. Inoltre abbiamo constatato che in questa provincia la ‘forma cooperativa’ è utilizzata come forma di impresa più efficiente, dove si riescono ad eludere vincoli contrattuali e/o legislativi, ovvero i diritti consolidati in decenni di lotta dei lavoratori. A peggiorare la situazione – conclude la Filt – è la crisi produttiva e occupazionale senza precedenti, che porta ad una competizione sleale fra le stesse, in guerra tra di loro su chi riesce a tagliare più diritti ai propri soci in una gara al massimo ribasso».

Tags: ,

Leggi anche questo