Province, arrivano i tagli: strade a rischio

Nella legge di stabilità approvata dal Governo Renzi è previsto un taglio di un miliardo ai bilanci delle province italiane. A denunciarlo è l’Upi, l’associazione che riunisce gli organi di secondo livello, che indica come questa misura possa provocare esuberi del personale e servizi non erogati: dagli affitti delle sedi scolastiche al riscaldamento delle scuole, alla pulizia delle loro aree verdi fino allo stop del servizio di sgombero neve e antigelo sui 130 mila chilometri di strade garantite dalle Province.

«La situazione economica è davvero critica – spiega Alessandro Pastacci, presidente dell’Upi – il taglio di un miliardo non solo non è sostenibile, ma rischia di bloccare tutto il processo di riforma avviato. Le nuove Province devono affrontare una situazione di emergenza che rischia di compromettere l’erogazione dei servizi ai cittadini: dalla sicurezza dei 130 mila chilometri di strade provinciali alla gestione delle scuole, alle opere contro il dissesto idrogeologico».

Tags:

Leggi anche questo