Isis, un centro reclutamento in Veneto?

Ieri cinque abitazioni tra le province di Belluno e Pordenone sono state perquisite dai carabinieri del Ros di Padova nell’ambito dell’inchiesta su alcune presunte “cellule” dello Stato Islamico nel Nord-est. Le indagini della procura distrettuale di Venezia sono partite dopo la morte in Siria dell’imbianchino bellunese di origine bosniaca Ismar Mesinovic, arruolato nelle fila dell’islamismo radicale. Gli indagati sono cinque, tutti residenti tra le province di Belluno, Treviso e Pordenone. A loro carico l’accusa di agire come centro di reclutamento per futuri combattenti dell’Is.

Figura preminente di questo gruppo, radicato all’interno della comunità bosniaca, sarebbe l’imam Adhan Bilal Bosnic – noto per le sue posizioni estremiste e jihadiste. Proprio la sua predicazione sarebbe stata fondamentale nella scelta, maturata durante le feste natalizie del 2013, di Mesinovic di partire per la Siria.

Tags:

Leggi anche questo