Unipd, abbassata “sufficienza” per docenti. E’ polemica

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Ancora polemiche a Padova dopo l’abbassamento della “sufficienza” per i docenti dai 6/10 ai 5,5/10. Alla fine di ogni corso gli studenti sono invitati a compilare un questionario di gradimento sulla didattica e l’organizzazione del corso stesso; in base ai risultati l’università può quindi valutare i docenti. Secondo l’Unione degli Universitari (Udu) questa misura «promuove il demerito dei docenti, alimentando l’inerzia al miglioramento della propria attività didattica».

Di giudizio opposto il rettore Giuseppe Zaccaria: «Una cosa mi preme ricordare: la valutazione dei docenti dell’Ateneo di Padova data dagli studenti – puntualizza – è fra le più alte d’Italia: in scala decimale 7,5 per soddisfazione complessiva, 7,9 per aspetti organizzativi, 7,8 per la didattica. Giudizi dati dagli stessi studenti che penso di poter dire, senza polemica, che parlino da sé. Dispiace che una lista di studenti e qualche docente non si rendano conto di tutto ciò: la decisione presa dal Presidio d’Ateneo per la qualità della didattica e della formazione è semplicemente un incoraggiamento per quei professori lievemente al di sotto della soglia del 6 come voto».

Tags: ,

Leggi anche questo