«Scorie in A31? Attentato a salute pubblica»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Gli esiti ancora parziali delle analisi da parte dei periti del tribunale,  relative all’inchiesta sui presunti sversamenti industriali nei lavori per la Valdastico Sud mettono in allarme i sindaci del Basso Vicentino. Le rilevazioni starebbero per confermare quanto denunciò un cittadino nel 2012, quando il suo cane morì pochi giorni dopo aver bevuto da una pozzanghera nei pressi del cantiere, nel comune di Castegnero. 

All’indomani i sindaci della zona richiesero all’Arpav le analisi lungo il tracciato autostradale, che rivelarono un grado di alcalinità anomalo nell’acqua depositata lungo i margini dell’autostrada «Si consiglia – si leggeva nel verbale delle analisi –  per l´elevata alcalinità, di  informare i cittadini al fine di limitare l’accesso all’area prossima ai cantieri autostradali e quindi alla possibile fruizione da parte degli animali di tali accumuli d’acqua. Si chiede con una ordinanza sindacale di recintare l’area almeno nei tratti di cantiere più prossimi ai centri abitati nei Comuni interessati». Il parere dell’Arpav lasciò di fatto le cose invariate, in attesta dell’inchiesta ufficiale.

Poche settimane fa la notizia che le nuove analisi confermerebbero la presenza di materiali inquinanti ha allarmato i sindaci, in particolare Paolo Dainese, che amministra nella frazione di Ghizzole l´area con il maggiore impatto dell’intera tratta: «La gente – commenta – mi chiede rassicurazioni che non ho. Attendiamo tutti l´esito ufficiale delle nuove analisi. Ad ora però il dubbio c´è e si rafforza. Da sindaci non abbiamo avuto mai alcuna competenza di monitoraggio sui cantieri. E oggi siamo soli e impotenti di fronte ad uno scenario da “terra dei fuochi”, con centinaia di famiglie che temono per la loro salute. Se le analisi confermassero i sospetti non esiteremo a costituirci parte civile, visto che saremmo di fronte a un attentato alla salute pubblica».

Tags: ,

Leggi anche questo