Ast Terni, operai solidali a Padova

Si sono trovate oltre 150 persone al presidio di fronte alla Prefettura di Padova convocato dai metalmeccanici di Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil per protestare contro la “violenza a danno dei lavoratori” e contro gli scontri avvenuti mercoledì scorso tra i lavoratori dell’Ast e la polizia a Roma.

Dopo gli scioperi unitari che hanno interessato diverse aziende del padovano, i lavoratori si sono dati appuntamento in Piazza Antenore a Padova «per dire no – è uno degli slogan – a qualsiasi forma di violenza, no allo smantellamento dei diritti, primo fra tutti quello del lavoro, per restare a fianco dei tanti lavoratori che lottano per il lavoro», e per chiedere una politica industriale che indichi la strada per l’uscita dalla crisi.

Tags:

Leggi anche questo