Treviso, Unindustria: Regione blocca lavori da 20 milioni

Stamattina il presidente di Unindustria Treviso, Maria Cristina Piovesana, ha rivolto ai funzionari e al Presidente della Regione Veneto un appello affinché sia assicurato il rispetto delle regole per quegli imprenditori che hanno deciso di investire nel proprio territorio. Piovesana si è riferita in particolare al caso della Fassa srl di Spresiano (Treviso): questa azienda, nata tre secoli fa ed oggi con 1.200 dipendenti, ha avanzato nel novembre dello scorso anno alla Regione un investimento da 20 milioni di euro per la demolizione di un vecchio forno per la produzione della calce e la sua sostituzione con un impianto da 200 tonnellate al giorno con migliori caratteristiche anche sotto il profilo ambientale.

Ad oggi non è ancora stato dato il via libera, e la pratica sembra essersi incagliata presso la Commissione per la valutazione di impatto ambientale. I lavori di demolizione e di ricostruzione dell’impianto darebbero lavoro a circa un centinaio di persone. Il presidente dell’azienda Paolo Fassa ha aggiunto: «Non posso tollerare di essere trattato dall’amministrazione regionale in questo modo».

Tags:

Leggi anche questo