Padova, assessore Grigoletto a processo per firme false

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Arriva il rinvio a giudizio per l’assessore alla mobilità e al bilancio di Padova, Stefano Grigoletto. L’accusa per cui l’esponente pidiellino è stato iscritto nel registro degli indagati dal giudice dell’udienza preliminare è quella di aver violato le legge 361 del 1957 per le elezioni alla Camera dei Deputati e nei Consigli regionali: sostanzialmente, nel 2010 il politico padovano avrebbe autenticato delle firme fasulle per garantire la candidatura a Governatore del Veneto del candidato di Forza Nuova, Paolo Caratossidis.

Insieme a Grigoletto sono stati rinviati a giudizio altri sei politici di centrodestra: il sindaco di Correzzola e neo consigliere provinciale Mauro Fecchio; l’attuale consigliere comunale di Vigodarzere, in quota Fratelli d’Italia, Enrico Pavanetto; Vittorio Aliprandi, già consigliere comunale e deputato alla Camera con la Lega Nord nel 1994; l’ex presidente del Quartiere Arcella, Luisella Rettore, fedelissima di Maurizio Saia; e gli ex consiglieri provinciali Mauro Spigarolo e Gianfranco Vezzaro.

Tags:

Leggi anche questo