Mal di gola? #colpadizaia

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Bisognerebbe istituire dei corsi di decenza, in politica. Non di politically correctness, che sa d’ipocrisia e autocensura, e neppure osiamo pretendere la competenza, ché tanto è risaputo che la democrazia reale mette sullo stesso piano la capra ignorante con il colto erudito. Ma giusto una soglia di pudore, vorremmo dire di buona educazione, se non fosse un’espressione demodé.

Ieri l’impaziente Ale Moretti, sentendosi già sfidante diretta di Zaia per la Regione Veneto (le primarie del Pd sono un pro-forma per dare soddisfazione agli anti-morettiani), alla vista del Bacchiglione ingrossato a Vicenza si lanciava con un post su Facebook all’attacco del governatore. Ora, detto che ormai con due pisciate di pioggia è già allarme e che il Veneto, in caso di esondazioni, è tutto fuorché pronto, era giusto fare l’avvoltoio per qualche metro d’acqua, che non ha generato nessun vero pericolo, tanto che dal Comune di Vicenza non si sono attivate sirene e neanche comunicati? Non era più di buon gusto – ecco la parola giusta, che fa il paio con il decoro – fermare il polpastrello killer corso alla tastiera pur di digitare il pensierino propagandistico del giorno?

Eh no, perché è #colpadizaia. Siete rimasti chiusi fuori di casa e il centralino dei Vigili del Fuoco non risponde? #colpadizaia. Vi è venuta la raucedine per gli sbalzi di temperatura? #colpadizaia. Avete sbattuto il ginocchio sul comodino alzandovi dal letto stamattina? #colpadizaia. Vi hanno parcheggiato davanti al garage? #colpadizaia. Avete alzato il gomito ieri sera, e oggi inspiegabilmente avete la testa come un flipper? #colpadizaia. La morosa vi mette le corna con un ipertatuato che ha la faccia di uno che vota Salvini? #colpadizaia. Vi tocca leggere le boiate di politici grafomani e logorroici perché quella volta li avete addati e li seguite sui social network? #colpadizaia!

Tags: ,

Leggi anche questo