Arrestato Sartori (Alma), Cgil: regolare esternalizzazioni

Il titolare e amministratore di fatto di Alma Group, Natale Sartori, è stato arrestato con l’accusa di frode per 31 milioni di euro, insieme ad altri suoi collaboratori e familiari. Fino a 5 anni fa Alma Group aveva diverse cooperative operanti in Veneto e a Padova. A livello provinciale i lavoratori erano tra i 300 e i 400, a livello regionale oltre 1000. Oggi nel territorio provinciale di Padova sono rimaste solo 2 cooperative, una opera per lo Zuccherifico di Pontelongo con 30 lavoratori, un’altra in zona industriale di Padova, nell’ambito della logistica dei farmaci, con una decine di lavoratori. Alma Group è arrivata in Veneto sull’onda della legge 142 del 2001 ed è uno dei protagonisti dell’industrializzazione della cooperazione.

«Siamo certi – hanno dichiarato Romeo Barutta (Segretario provinciale Filt Cgil), Andrea Gambillara (Segretario provinciale Flai Cigil), Christian Ferrari (Segretario provinciale Cgil Padova) – che la Magistratura andrà fino in fondo per fare chiarezza sulla gestione di Alma Group. In questi anni abbiamo contrastato dal punto di vista sindacale con tutti i mezzi a nostra disposizione Alma Group e la logica di questo tipo di cooperazione che opera l’unico scopo di accaparrarsi gli appalti al massimo ribasso, senza alcun valore, senza nessuno spirito solidale, scaricando sui soci lavoratori contraddizioni e rischi di impresa. Per quanto riguarda i lavoratori delle cooperative ancora presenti sul nostro territorio faremo tutto ciò che è nelle nostre possibilità per garantire il loro futuro occupazionale».

«Quanto accaduto conferma l’assoluta necessità di intervenire per garantire legalità nelle esternalizzazioni – concludono i sindacalisti -, utilizzate sia dal pubblico che dal privato in maniera indiscriminata, producendo ulteriore frantumazione del mondo del lavoro, la violazione delle regole e dei diritti fondamentali dei lavoratori e rischi gravi di infiltrazione della criminalità organizzata che spesso in questi ambiti trova il modo di riciclare soldi sporchi. Sarà questo il tema centrale dell’iniziativa di venerdì 7 novembre al Crowne Plaza di Padova con Susanna Camusso, con la quale ribadiremo la necessità di riunificare il mondo del lavoro e contrastare fenomeni di sfruttamento e di illegalità diffusa».

Tags:

Leggi anche questo