Fiere, Verona “scippa” Expobici a Padova

«In inglese il verbo ride si usa per andare a cavallo, ma anche per andare in bici. Come fiera, già in passato, ci siamo impegnati nel realizzare un prodotto nel settore delle due ruote, il che significa che abbiamo delle qualifiche. Per questo posso anticipare che avvieremo un nuovo progetto che riguarda la bici, già a partire dall’anno prossimo». Sono arrivate come una bomba nel mondo fieristico veneto le parole del presidente dell’ente scaligero Ettore Riello all’inaugurazione di Fieracavalli. La fiera di Padova, da tempo pesantemente in rosso e con strutture inadeguate, ha in Expobici la sua punta di diamante.

L’annuncio era in qualche modo atteso dopo le dimissioni dei quattro dipendenti incaricati di seguire la rassegna sulle due ruote. E ora arriva anche la conferma dell’ex amministratore delegato di PadovaFiere Paolo Coin al Corriere del Veneto: «Sì, saremo proprio noi a collaborare al progetto veronese. Se oggi il mio percorso è questo – conclude Coin – non è colpa mia. Tutti mi riconoscono la primogenitura di Expobici; Padova, con un patto di non concorrenza, poteva regalarsi una polizza vita».

Tags: ,

Leggi anche questo