Tosi: riconoscere diritti a coppie di fatto

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Flavio Tosi annuncia che, assieme alla Regione, si muoverà per fare una proposta di legge che riguardi l’organizzazione del sistema socio-sanitario per far sì che, nell’attesa che il legislatore nazionale affronti la questione, vengano riconosciute alle coppie di fatto i diritti all’assistenza e tutela reciproca.

«Come Comune di Verona proporremo alla Regione del Veneto di legiferare, nell’ambito che le è proprio dell’organizzazione del sistema socio-sanitario, per riconoscere alle coppie di persone che si vogliono bene e convivono senza essere sposate il diritto di assistersi e tutelarsi reciprocamente in caso di malattia o difficoltà».

Queste le parole del sindaco di Verona Flavio Tosi, che precisa subito che «il problema delle coppie di fatto non va etichettato come problema delle coppie omosessuali perché la maggior parte è formata da coppie eterosessuali che convivono senza essere sposate. Fermo restando che la Costituzione italiana, giustamente, tutela la famiglia tradizionale intesa come uomo e donna che si sposano e procreano, sarebbe ipocrita – afferma Tosi – non riconoscere che esistono decine di migliaia di coppie di fatto e la questione va affrontata non in termini ideologici o provocatori, come fanno alcuni sindaci di questi tempi, ma con la ragionevolezza di chi deve amministrare risolvendo i problemi dei cittadini e garantire loro il maggior benessere possibile».

Tags:

Leggi anche questo