Balasso: violenza politica, i centri sociali sbagliano

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Natalino Balasso interviene su Facebook dopo l’episodio che ha visto il tentativo di “linciaggio” dei centri sociali al leader leghista Matteo Salvini, nei pressi di un campo rom a Bologna. Non vi si riferisce esplicitamente, la sua è una riflessione generale su tutti coloro che ricorrono alla violenza per manifestare il proprio pensiero politico, rosso nero o di qualsiasi colore sia.

«Chi mena le mani – scrive Balasso – dice sempre di farlo per un qualche motivo. Come negli western, il buono è quello che mena di più, ma lo fa sempre per difendere una buona causa. In certi film americani, il buono fa un inseguimento in auto causando la morte accidentale di svariate persone, sottopone gli amici e i famigliari a sparatorie che lasciano sul campo diverse vittime, per salvare un inetto o una figa di legno, che era meglio lasciare al suo destino, risparmiando vite umane. Esaltati dalla visione giovanile di questi racconti, facinorosi ragazzotti marchiati con questo o quel logo politico, passano le giornate a cercar qualcuno da randellare per il bene comune. Menar le mani per questioni ideologiche equivale a cagare per spiegare un concetto».

Tags: ,

Leggi anche questo