Vittorio Veneto, la Grande Guerra in mostra

Oggi a Vittorio Veneto è stato inaugurato dopo una serie di interventi di restyling il nuovo Museo della Battaglia. L’istituto, creato 80 anni fa, raccoglie migliaia di oggetti, armi, documenti e fotografie del primo conflitto mondiale. Da oggi il museo torna quindi ad essere visitabile dal pubblico e dalle scolaresche. A rappresentare il governo c’era il sottosegretario alla Difesa, Gioacchino Alfano, accompagnato, fra gli altri, dal sindaco della città, Roberto Tonon, e dal presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro.

La struttura ha una storia che risale al 1938, quando in occasione del ventennale della fine della Grande Guerra un giovane del posto, Luigi Marson, donò alla comunità una serie di oggetti legati alla sua esperienza di soldato nelle trincee, dalle armi agli strumenti comunemente usati nella vita al fronte. Successivamente l’esposizione si arricchì di documenti come diari, dispacci, giornali, materiale propagandistico, fotografie e ritratti dei principali protagonisti della Grande Guerra. Non mancano carte topografiche, bollettini, armi come mitragliatrici e cannoni, fino ai resti di un aereo tedesco precipitato.

Tags:

Leggi anche questo