Tav, sindaci veronesi: vogliamo compensazioni

«Inutile perdere tempo contrastando l’Alta Velocità, facciamo piuttosto il nostro dovere di amministratori difendendo in tutti i modi il territorio». Lo ha dichiarato Antonio Pastorello, presidente della Provinvia di Verona, al termine del vertice di ieri con i sindaci dei comuni interessati dal tracciato della Tav. «I sindaci hanno una grande capacità di fare squadra – ha aggiunto Pastorello – il documento che faremo nei prossimi giorni sarà l’arma con cui, sono sicuro, riusciremo a portare a casa ciò che serve all’area veronese».

Tra le richieste avanzate dai primi cittadini, la stipula di un accordo fra la società e le associazioni di categoria per l’uniformità di trattamento e indennizzo nelle procedure di esproprio, lo stesso accordo contiene anche l’impegno a ridurre l’utilizzo di terreni per i cantieri; quindi l’attenzione alle opere di compensazione ambientale, alla salvaguardia della viabilità già programmata che prevede il collegamento con il sistema delle tangenziali e il casello autostradale di Castelnuovo del Garda. Infine, la cessione all’ente provinciale e ai Comuni della strada di cantiere per realizzare l’eventuale raddoppio della Sr 11, e la realizzazione di sottopassi e cavalcavia per mantenere inalterata l’attuale percorribilità nord-sud delle zone.

Tags: ,

Leggi anche questo