“Pietà” del Piombo, Vicenza rinuncia: troppe polemiche

Vicenza rinuncia alla “Pietà” di Sebastiano del Piombo proveniente da Viterbo che quindi non potrà arricchire il nutrito gruppo di opere che dal 24 dicembre potranno essere ammirate in Basilica Palladiana in occasione della mostra “Tutankhamon Caravaggio Van Gogh. La sera e i notturni dagli Egizi al Novecento”, curata da Marco Goldin e organizzata da Linea d’ombra con il Comune di Vicenza. Il sindaco Variati ha inviato oggi una lettera al sindaco di Viterbo, Leonardo Michelini, per comunicare le ragioni della rinuncia al prestito.

L’opera d’arte viterbese sarebbe giunta a Vicenza in cambio di due capolavori conservati ai Musei civici di Vicenza:  “Le quattro età dell’uomo” di Antoon Van Dyck e “Madonna con bambino” di Paolo Veronese. Le verifiche degli uffici comunali e del personale di Linea d’ombra hanno però sconsigliato lo scambio, risultando la sede museale di Viterbo inadatta a garantire le condizioni di conservazione necessarie.

Nella lettera indirizzata al sindaco Michelini, Achille Variati aggiunge: «Non ti nascondo infine che le pur eccessive polemiche mediatiche di queste ultime settimane sulla possibilità che l’opera di Sebastiano del Piombo lasci la sede viterbese, non avrebbero giovato all’instaurarsi di una serena e proficua sinergia tra le nostre due città. Semmai, al contrario, la felice conclusione dell’operazione avrebbe indebitamente trasformato una reciproca, efficace collaborazione tra istituzioni, in un detonatore per ulteriori querelle».

Tags: ,

Leggi anche questo