Provincia Rovigo senza soldi, scuole al gelo

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Alle denunce arrivate dal nuovo presidente della provincia di Vicenza Achille Variati si aggiungono oggi quelle del suo omologo di Rovigo, Marco Trombini. «C’è il serio rischio che non riusciamo più a pagare le bollette delle scuole – spiega quest’ultimo al Corriere del Veneto – è una partita che ci impegna per circa 90 mila euro l’anno, ma con oltre 14 milioni di euro di tagli negli ultimi cinque anni, di cui 2 milioni e 700 mila solo quest’anno, non sappiamo più da che parte girarci. E anche la gestione dell’ordinario rischia di diventare assai difficoltosa».

«La riforma delle Province è stata fatta in modo raffazzonato – continua Trombini – Non sappiamo ancora, per esempio, se manterremo una delega cruciale come quella del Lavoro, in cui la Provincia di Rovigo si è sempre distinta per qualità dei servizi e attenzione alle politiche attive. Un elemento di ulteriore difficoltà, in un contesto di crisi assai pesante. In tanti anni di impegno nell’amministrazione locale, non ho mai vissuto un così pesante senso di frustrazione».

Tags: ,

Leggi anche questo