Videoarte, due vicentini a Parigi

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Dopo Tokyo, Londra e Berlino, UBIKteatro debutta a Parigi, dal 21 al 23 Novembre 2014 al Centre Pompidou-IRCAM di Parigi, uno dei più prestigiosi centri della cultura mondiale, per l’ultimo appuntamento della tournée autunnale di OSCILLA, Installazione Musicale Interattiva di Andrea Santini. UBIKteatro, associazione culturale con sede a Vicenza nasce dalla collaborazione tra Francesca Sarah Toich, attrice e scrittrice di formazione classica premiata con il Lauro Dantesco come miglior giovane interprete dei versi di Dante Alighieri, e Andrea Santini, artista multimediale e ricercatore specializzato in sound-art e interazione audiovisiva, come laboratorio di ricerca artistica per esplorare legami significativi tra tradizione ed innovazione, mescolando i linguaggi propri di musica, teatro, video e tecnologia.

Le installazioni e le performance multimediali di UBIKteatro sono state presentate negli ultimi anni presso gallerie d’arte e festival a livello internazionale. In particolare OSCILLA, installazione interattiva musicale di Andrea Santini, ha riscosso un considerevole successo internazionale in ambienti dedicati ad arte, scienza, tecnologia e musica, portando due artisti Vicentini ad esibirsi presso importanti centri e rassegne quali Kernel Festival (Milano 2011), Toolkit Festival (Venezia 2012), Sonorities Festival of Contemporary Music (Belfast 2012), Salone del Mobile (Milano  2013), Tokyo Experimental Festival (Tokyo 2013) e, nel 2014 al Victoria & Albert Museum di Londra, al Factory di Berlino, al recente Festival della Scienza di Genova ed ora al Centre Pompidou di Parigi.

«L’installazione OSCILLA esplora la natura oscillatoria del suono, la costruzione di strutture armoniche e la loro visualizzazione tramite un’interazione musicale all’interno di un’area videoproiettata – spiega il creatore Andrea Santini – Funziona come una sorta di grande strumento musicale controllato dallo spostamento di oggetti o persone nello spazio. Permette ai visitatori di creare, esplorare e visualizzare strutture e rapporti armonici per scoprire i singolari collegamenti tra note e accordi musicali e la loro rappresentazione grafica». Al termine della tournée i due artisti si dedicheranno alla progettazione di nuove installazioni, di cui una collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Venezia, che ha selezionato UBIKteatro per i suoi lavori di videoarte e performance multimediale tra i rappresentanti Italiani per il progetto europeo ArtVision.

Tags:

Leggi anche questo