Fiore (FN) a Vicenza, duello Bulgarini-Rucco

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

«L’amministrazione comunale ha sempre lasciato spazio a qualsiasi attività politica. Ma è doveroso per chi si riconosce nei principi democratici sanciti dalla Costituzione prendere le distanze da chi istiga alla violenza come strumento politico». È il commento del vicesindaco Jacopo Bulgarini d’Elci circa la presenza del leader di Forza Nuova Roberto Fiore prevista per domani a Vicenza: «Un mese fa Forza Nuova manifestava a Vicenza lanciando anche contro il sindaco Variati, che rappresenta l’istituzione democratica, slogan minacciosi che richiamano le pagine più buie della storia italiana in cui la violenza dominava la scena politica».

«In Internet si leggono messaggi inquietanti del coordinatore provinciale di Vicenza di Forza Nuova che invita a seguire l’esempio di Alba Dorata per cercare consenso ‘riempiendo di pugni e facendo guerra agli altri partiti o movimenti d’area’, che scrive sui social network che ‘ci vuole il tritolo’ per gli immigrati definiti ‘cancro da estirpare’ e che approva pubblicamente chi sostiene che ‘picchiare un islamico non è reato, è dovere civico’. Sono messaggi che preoccupano l’amministrazione, ma dovrebbero far riflettere anche chi, fra i consiglieri comunali dello schieramento di centrodestra, sta prendendo le difese di Forza Nuova. O forse il consigliere Rucco, che oggi riceve pubblicamente gli onori di Forza Nuova su Facebook per il sostegno, è d’accordo con chi predica violenza, odio e intolleranza?».

«Per domani è annunciata nuovamente la presenza di Forza Nuova in città – conclude il vicesindaco – e questo significa che ancora una volta a Vicenza arriveranno soggetti che si sono già resi protagonisti di atteggiamenti non conciliabili con le regole della democrazia, conquistata a caro prezzo nel nostro Paese anche grazie al sacrificio di tanti vicentini. Ribadisco quindi la condanna dell’amministrazione nei confronti di chi istiga alla violenza, all’odio e all’intolleranza e la preoccupazione per l’ennesima situazione di tensione creata dal movimento di estrema destra in città».

Arriva a stretto giro la risposta del consigliere comunale Francesco Rucco, affidata ad una breve nota stampa. «Non entro nel merito delle posizioni e delle idee di altre forze politiche, sia di destra che di sinistra, ma ricordo al Vicesindaco Bulgarini che a tutti va riconosciuta la possibilità di esprimere il proprio pensiero, ovviamente nel rispetto delle regole di civiltà. E’ proprio a fronte dell’ostruzionismo che Comune e centri sociali fanno ad un convegno che sento la necessità di ricordare loro che a Vicenza non esiste un Pensiero Unico. Il Vicesindaco Bulgarini, avvezzo per ragioni elettorali a farsi scattare foto con il pugno chiuso,  mi chiede se sono “d’accordo con chi predica violenza, odio e intolleranza?”. Gli rigiro la domanda e gli chiedo se lui è ancora convinto di frequentare e sostenere l’azione politica di chi ha animato gli scontri di Zona Barche pochi mesi fa, per i quali il Tribunale penale di Vicenza ha emesso dei decreti penali di condanna».

 

Tags: ,

Leggi anche questo

  • zenocarino

    Bulgarini? Chi è costui? In nome di chi parla, se NON E’ MAI STATO VOTATO DA NESSUNO??????