Rugbisti coi baffi. Per aiutare la ricerca

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Il movember arriva anche in Veneto. L’iniziativa, nata nel 1999 in Australia, prevede che per tutto il mese di novembre gli aderenti si facciano crescere i baffi (november + moustache = movember) per sollevare l’attenzione dell’opinione pubblica e raccogliere fondi sulle questioni interenti alla salute degli uomini, in particolare sul cancro alla prostata. A mobilitarsi le squadre di rugby del Veneto, che hanno presentato ieri al Comune di Padova un fitto calendario di iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi per l’Istituto oncologico veneto.

L’evento più importante sarà sicuramente la partita del 22 novemebre che vedrà impegnata l’Italia contro il Sud Africa, all’interno del Villaggio Terzo Tempo in prossimità dello stadio Euganeo. In occasione della partita sarà allestito un gazebo dell’istituto padovano dove sarà possibile informarsi sulla campagna di prevenzione e sostenere la ricerca. Partecipano all’iniziativa anche il Mogliano Marchiol, il Femi Cz Rugby Rovigo Delta, i Grifoni di Oderzo, il Comitato Old Rugby Veneto, il Roccia Rubano Rugby e il Rugby Valdobbiadene. Infine, i Giocatori d’Italia associati, saranno impegnati a Treviso il 22 e 30 novembre nella vendita delle nuove maglie Movember for Iov, come il Valchiampo Rugby.

Tags: ,

Leggi anche questo