Valdastico, Mose e Renzi: Zaia a tutto campo

Luca Zaia a tutto campo dalle trasmissioni di “Rete Veneta”. Il presidente della Regione si è detto ancora preoccupato per gli esiti della vicenda Valdastico nord. «A maggio c’era l’accordo – ha detto – l’altro ieri è arrivato anche il sì del Cipe, che però ancora propone un “tavolo” con il Trentino, che non la vuole. Mi sembra chiaro che non la vogliono e ci stanno prendendo in giro».

Interpellato poi sulla vicenda Mose, dopo aver ricordato che, a suo giudizio, il commissariamento del Consorzio Venezia Nuova era un «atto dovuto», Zaia ha anche ribadito la sua ferma intenzione di non finanziare il progetto delle barriere mobili con i fondi regionali. «Per quanto riguarda il Mose si tratta di un’opera nazionale per la cui manutenzione la Regione del Veneto, finchè ci sarò io, non scucirà un solo euro».

Infine l’esponente della lega nord si è detto anche d’accordo con il segretario della Fiom, Maurizio Landini, «quando evidenzia – ha spiegato – il contrasto fra i lavoratori che con mille euro al mese non riescono ad arrivare alla fine del mese e gli italiani che possono permettersi di pagare mille euro una cena per far piacere al Pd e al suo segretario, Matteo Renzi»

Tags: ,

Leggi anche questo